Ramadàn 1432
Al-Wafàa - n°1
Agosto 2011


Imsakìyyah
di Ramadàn 1432


Orari
delle Preghiere

HOME PAGE
Edizioni del Càlamo


Conoscere
il Sublime Corano
(Quaderni Islamici n.°71)

Sublime Corano
Sura di Giona

"(60) Tu non sei impegnato in un ufficio, né reciti una rivelazione coranica (che ti viene insegnata) da Lui , né voi eseguite una azione, senza che Noi si sia testimoni riguardo a voi, quando siete immersi in essa. Non sfugge al tuo Signore neanche qualcosa del peso di un atomo nella terra e nel cielo; né esiste cosa più piccola di quella né più grande, che non (sia registrata) in un Libro chiaro".

In questa àyah l’Autore del Sublime Corano informa il suo lettore che nell’universo (la terra più il cielo) esistono diversi elementi ciascuno del quali è fatto di atomi e che non esiste nell’universo una realtà materiale, che abbia una dimensione più piccola o più grande di quella di un atomo che non (sia registrata) in un Libro chiaro.

Quando l’Autore del Libro, pubblicato 1400 anni or sono, o giù di lì, scrive la frase “che abbia una dimensione più piccola (di quella di un atomo)”, fa intendere che Egli sa che esistono realtà con dimensioni sub-atomiche.

L’esistenza di particelle sub-atomiche (aventi una dimensione più piccola di quella dell’atomo) è stata scoperta dalla ricerca scientifica occidentale nel campo della fisica nella prima metà del secolo scorso, mentre fino a quell’epoca l’atomo era concepito come la parte più piccola e indivisibile, vale a dire che era impensabile e soprattutto inconcepibile da parte dell’uomo di 1400 or sono e fino a cento anni or sono, una realtà materiale più piccola dell’atomo! Questa è la dimostrazione che solamente il Creatore delle “particelle sub-atomiche” poteva esserne a conoscenza. Se ne deve logicamente dedurre che l’Autore del Sublime Corano, 1400 anni or sono, ha formulato un “messaggio” per gli uomini dell’era atomica, un messaggio attraverso il quale, coloro che Egli ha già scelto per contemplare il Suo Volto nella vita futura, possano avere la certezza inoppugnabile della paternità divina del Sublime Corano. Ai dotati d’intelletto (ùlu-l-albàb) trarre le conseguenze.

Bibliografia: Conoscere il Sublime Corano
Edizioni del Càlamo – Quaderno Islamico n° 71

Torna su
Al-Wafàa - n°1

Novità editoriali

L'Egira
(QI 78)

I Salafiti
(QI 79) 

Giuha
(QI 80)

Sura al-Rahmàn
(QI 81)

I Profeti
(QI 82)

Edizioni del Càlamo
via Maiocchi 27
20129 Milano
tel/fax: 0229527706
info@edizionidelcalamo.com

© 2011 Edizioni del Càlamo. Tutti i diritti riservati.