LETTERE AL DIRETTORE

 

CHI FU
ERNESTO
BALDUCCI ?


Egregio Direttore,
ho letto in alcuni testi editi dalle Edizioni del Càlamo il nome di “Padre Balducci”, del quale viene riportato un pensiero illuminante in relazione alle radici dell’Europa. In nessuno dei testi erano date informazioni circa il compianto pensatore. Chi fu Ernesto Balducci?



RISPOSTA

Ernesto Balducci, scolopio fiorentino, teologo, fondatore e direttore di “Testimonianze” e del Centro Studi “ Badia Fiesolana”, morto, all’età di settanta anni, in un incidente automobilistico il 25 aprile del 1992 (fra un anno ricorre il 20° anniversario della morte). L’Unità del 1992 ne parla così nell’incipit di un articolo dove padre Balducci era definito profeta della globalizzazione solidale: “Padre Balducci, sacerdote, insegnante, tessitore di dialogo e costruttore di pace, intellettuale e organizzatore di cultura che, ininterrottamente, negli anni del dopo guerra, ha lasciato nella Chiesa, nella politica e nella cultura italiana un’impronta profonda, originale e profonda” (Carlo Felice Casula)



Ernesto Balducci
 


IL PERSONAGGIO
PADRE ERNESTO BALDUCCI


Tra poco meno di un mese ricorre il 20° anniversario della morte di Padre Ernesto Balducci, un amico della verità. Ne abbiamo citato un pensiero illuminante nel Quaderno Islamico n. 60 intitolato:
L’EUROPA E’ STATA CIVILIZZATA DALL’ISLAM
,
di cui riportiamo la CONCLUSIONE, nella quale si riferisce il pensiero del compianto. Lo accolga Allàh** nel novero di coloro che hanno aiutato la Sua Causa. Ne parliamo, giacché un abbonato ai nostri quaderni ci ha chiesto notizie di lui, avendone letto il nome nel Quaderno Islamico sopra menzionato.
 

CONCLUSIONE
Del Q.I. n. 60
L’Europa
è stata civilizzata dall’Islàm:

E’ mancanza di onestà intellettuale tenere le masse europee nell’ignoranza dell’incalcolabile debito della civiltà occidentale e della cultura europea nei confronti dell’Islàm.

La nascita in Europa del libero pensiero e della laicità, che caratterizzano l’Europa moderna, dipende dall’acquisizione dell’immenso patrimonio scientifico accumulato dagli studiosi e dagli scienziati musulmani, stimolati alla ricerca scientifica dall’amore per il sapere - al quale tanto il Sublime Corano, quanto dall’insegnamento del Profeta, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, incessantemente esortano - da parte di una minoranza di euro-cervelli, che il dogma dominante non era riuscito a cloroformizzare.

Il galileiano “Provando e riprovando” ha le sue non lontane radici nell’eredità scientifica dell’Islàm, della quale gli scienziati europei sono i continuatori.

E qui, in conclusione, ci corre citare nuovamente la lucida affermazione del compianto padre Balducci, per chiarire le idee a molti (ma non c’è peggior sordo di chi non vuole ascoltare):

“L’idea della centralità della cultura europea si è retta, per cinque secoli, sulla manipolazione trionfalistica del pensiero, in base al quale la civiltà nata dal Rinascimento, derivava per via diretta da Atene, da Roma e dal Cristianesimo, che aveva custodito e unificato l’eredità delle due antiche capitali dello spirito. La verità è diversa! La verità è, invece, che, senza la mediazione dell’Islàm, il nesso vitale dell’Europa medioevale con la civiltà ellenica non ci sarebbe stato, né ci sarebbe stata, sulla base delle elaborazioni del pensiero greco e degli sviluppi originali di esso, realizzato da parte degli scienziati musulmani, la svolta scientifica, che ha fatto la potenza planetaria dell’Europa.”


Alla luce della chiarissima sintesi storica del compianto padre Balducci, che non proviene da un “venditore di fumo” propagandista dell’Islàm, ma da un pensatore europeo non musulmano e, addirittura, ecclesiastico e chierico, qui si conclude che, nella eventuale definizione di identità europea non possa e non debba essere ignorata la componente islamica. Ciò a fronte dell’influenza determinante avuta dall’Islàm nel promuovere nei Musulmani la ricerca scientifica in ogni campo del sapere, nei risultati della quale l’Europa attinse le conoscenze che sono alla base del suo progresso scientifico e tecnologico e della sua cultura.

Torna su
Al-Wafàa - n°6

Corso di lingua araba - Metodo di al-Shàykh 'abdu r-Rahmàn Pasquini:


1 - Fonologia
Manuale + 1 CD
(34,00 € + spese postali)


2 - Il verbo
Manuale + 2 CD
(43,00 € + spese postali)
 
Prossima uscita: 3 - Il nome

Edizioni del Càlamo
via Maiocchi 27
20129 Milano
tel/fax: 0229527706
info@edizionidelcalamo.com

© 2012 Edizioni del Càlamo. Tutti i diritti riservati.