Quest'opera è una collezione di quaranta racconti tratti dalla novellistica araba, opportunamente “islamizzati” a fini didattici da al-Shàykh 'Àbdu r-Rahmàn per offrire al lettore il dilettevole e l’utile. Tale operazione di rielaborazione si fonda sulla considerazione che l’elemento più importante di un testo, nel reticolo concettuale dell’Islàm, non è tanto il valore di documento letterario di un’epoca, quanto la sostanza istruttivo-educativa, finalizzata all’arricchimento del lettore. E ciò attraverso brevi racconti che lo conducano magistralmente, quasi senza che egli se ne avveda, a perfezionare il suo comportamento, regolando la sua linea di condotta sui binari dell’Islàm.

L’autore formula l’augurio che la lettura di questa piccola antologia, una goccia nel grande alveo delle iniziative finalizzate alla salvezza dal fuoco, sia allo stesso tempo utile e dilettevole.