Disse: "Qustantiniyyah!"
(قال القسطنطينية)
E’ una panoramica storica che abbraccia mille anni: dalla fondazione di Costantinopoli da parte dell’imperatore romano Costantino detto il Grande alla sua conquista da parte di Mehmet II della famiglia imperiale Ottomana. Sono riassunte in questo libro le vicende dei califfati Omayyade e Abbaside in rapporto a Costantinopoli, la comparsa dei Turchi, detti Grandi Selgiuchidi nella storia del Califfato e dei Selgiuchidi di Anatolia, al cui servizio sono originariamente gli Ottomani, prima di dichiararsi autonomi e indipendenti. Viene tratteggiata l’espansione turco-ottomana nell’area anatolica e balcanica dell’Impero bizantino e le vicende di quest’ultimo nel confronto tra il cristianesimo occidentale romano e quello greco-ortodosso. Il tutto parte dalla risposta data dal profeta Muhàmmad (*) alla domanda: “ Quale delle due Città sarà conquistata prima? Prima la Città di Eraclio o Roma?”. La risposta fu: “Prima Costantinopoli!” E’ un testo di 68 pagine con ricca documentazione iconografica. E’ un testo che dà informazioni storiche precise che raramente si trovano assemblate in un’opera sola con tanta chiarezza ed è un testo che, oltre ad essere indispensabile per la conoscenza di vicende i cui dati appartengono quasi esclusivamente al perimetro culturale di specialisti di storia, è anche indispensabile per la completezza della formazione culturale dell’identità islamica in Italia.