< precedente | successivo >

 

QI-43
Allàh
o Darwin ?

Primi destinatari di questo Quaderno sono i ragazzi musulmani, che studiano nelle scuole pubbliche. Il suo scopo è quello di dare loro le informazioni necessarie, affinché abbiano le idee chiare, riguardo alla dottrina islamica della vita, del mondo, dell’uomo e del suo destino. Questa dottrina, infatti - perché proviene dall’Insegnamento del Creatore della vita, del mondo, dell’uomo e del suo destino - è verità assoluta: Allàh, rifulga lo splendore della Sua Luce, ne è l’Autore. Egli, il Creatore dell’(uomo) e di (tutto-ciò-che-uomo-non-è) nel creato, ne sa, certamente,  di più di qualsiasi  Sua creatura.

Introduzione

In tutti testi scolastici di scienze ci sono disegni, che illustrano l’evoluzione dell’essere umano (sic!) a partire da una scimmia antropomorfa arboricola. La definizione essere umano è distintiva, per quanto riguarda l’uomo, del credo evoluzionista, che è una delle colonne portanti della visione materialistica del mondo, dell’uomo e del suo destino. Ogni musulmano, pertanto, ha il dovere di escludere dal suo vocabolario questa definizione dell’uomo (essere umano), in quanto, essendo espressione di una visione materialistica, essa, implicitamente, nega la condizione di creatura dell’uomo, affermata  da Allàh, rifulga lo splendore della Sua Luce, nel Sublime Corano; e ciò fino dalle prime due proposizioni della Rivelazione:

(1)
Leggi! Nel nome del tuo Signore
il Quale creò
(dal nulla i cieli e la terra)!

(2)
Creò l’uomo da un ‘àlaq
(da materia già creata)

(Corano: Sura 96)  

Per il musulmano il Sublime Corano è fonte di verità oggettiva riguardo alle realtà del creato, in quanto esso ha come suo Autore l’Autore stesso delle realtà del creato.  Nella scuola pubblica, come risulta dalle statistiche, sempre più numerosi sono  scolari e studenti musulmani e poiché il Musulmano è credente nella paternità divina del Corano e nella missione apostolico-profetica di Muhàmmad(*), è importante e necessario  che i figli di genitori musulmani conoscano bene la dottrina della loro fede, per sapere che cosa pensare, quando vengono loro impartiti insegnamenti diversi da quanto afferma la dottrina islamica e, per essere in grado, nel quadro del pluralismo culturale garantito dalla Costituzione, di esercitare una critica costruttiva all’insegnamento evoluzionista, impartito nella scuola. La  teoria dell’evoluzione fa parte di una visione ateistica del mondo e, pur essendo soltanto una ipotesi, viene insegnata, dogmaticamente, come verità assoluta, nei programmi scolastici di scienze.
I capitoli dei libri di testo, che riguardano l’origine dell’uomo, sono corredati da suggestive sequenze di immagini e da diagrammi, che illustrano il cosiddetto processo evolutivo a sostegno della dottrina della discendenza dell’uomo dalla bestia, risalendo a ritroso fino alle origini della vita, e, oltre, fino alle origini della materia; ciò per ottenere lo scopo desiderato, benché non dichiarato espressamente: la dissacrazione dell’uomo.
A coloro che, sulla base di una visione del mondo materialista credono nella dottrina evoluzionista, i Musulmani hanno il dovere di far conoscere, la dottrina dell’uomo, della vita e del mondo dell’Islàm. Questa dottrina  può vincere la fede ateistica dei materialisti, senza offendere la loro ragione e ciò è possibile, perché la dottrina dell’Islàm proviene, direttamente, dal Creatore dell’uomo, della vita e del mondo: Allàh. E’ necessario, quindi, che i Musulmani siano in grado di contrapporre la verità alle ipotesi degli atei evoluzionisti e dei non atei semi-evoluzionisti; è necessario che sappiano rendere evidente, con precisione linguistica e chiarezza concettuale, che la visione islamica è, di sicuro, dal punto di vista intellettuale, razionalmente concludente; è idonea, sia dal punto di vista spirituale che dal punto di vista pratico, più  di qualsiasi altra visione del mondo di matrice umana, a soddisfare in modo equilibrato e armonico le esigenze spirituali e materiali dell’uomo; è l’unica possibile via perché l’uomo realizzi l’autentica condizione umana.

 

HOME    |    CATALOGO    |    COME ORDINARE