< precedente | successivo >

 

QI-50
La Pleiade araba

Contiene i testi dei componimenti poetici
trattati nel Quaderno Islamico precedente
(n░ 49
- al-Mu‛allaqāt)

Crediamo che per la prima volta nella storia venga usata, per definire i sette autori delle al-Mu‛allaqāt, lĺespressione La Pleiade Araba per analogia con le sette stelle del gruppo chiamato le Pleiadi che in arabo si chiama Ath-Thurāyā.

In Arabia la parola Ŕ passata in proverbio, per indicare cosa o persona inattaccabile:
Óyna th-thurÓya min yÓdi l-mutanÓwil ?
(dove sono le Pleiadi rispetto alla mano di chi la allunga per afferrarle?)

GiÓ nella storia della letteratura fu chiamato
La Pleiade
 (PleyÓs), sempre per analogia con le sette stelle del gruppo delle Pleiadi, un gruppo di sette poeti dellĺellenismo alessandrino (322 - 146 pre-miladico), vissuti ad Alessandria dĺEgitto alla corte di Tolomeo II Filadelfo, detta la Pleiade alessandrina, come pure La PlÚiade (pronuncia alla francese: la pleiÓd ) fu chiamato (nel 1556 miladico) un gruppo di sette letterati della scuola classicista francese nella seconda metÓ del XVI secolo miladico.

I nomi dei poeti della Pleiade araba del secolo precedente l'Egira sono: 
1) Imru-l-QÓys,
2) TÓrafah,
3) ZuhÓyr,
4) Antarah,
5) Labid,
6) al-Hārith bin Hillīzah
7) Amr  bin Kulthūm.

"E' impossibile sottrarsi interamente al fascino di queste reliquie antichissime di un mondo, che senza di esse sarebbe per noi del tutto perito. Esse conservano non soltanto i palpiti d'amore e di dolore, gli sfoghi di odio e di vendetta, gli ideali, gli entusiasmi, ma ne ritraggono, anche, al vivo, la dura lotta per l'esistenza, l'ansia e la gioia di appagamento dei sempre risorgenti bisogni, l'elementare meditazione sul mistero".

(F. Gabrieli)

HOME    |    CATALOGO    |    COME ORDINARE