< precedente | successivo >

QI-65
Il Vangelo
di Barnaba

Una tesi originale sul Vangelo di Barnaba e sul motivo per cui il testo, stilato di pugno del fedele relatore degli Insegnamenti del Cristo (il Messia Gesù figlio di Maria) di nome Barnaba, sia stato occultato dalle gerarchie ecclesiastiche fino dai primi anni del successo della dottrina cristologica di Paolo di Tarso nel mondo politeista e idolatrico dell’ecumene greco-romana di cultura ellenistica, pervasa da culti misterici di salvezza, nei quali si inquadra la cristolatria, che nasce come eresia teologica dal monoteismo giudaico.

Pullulano nei primi secoli del cristianesimo i cosiddetti Vangeli Apocrifi, che non costituiscono un pericolo per la dottrina cripto-politeistica della Chiesa, ma il Vangelo di Barnaba è cancellato, perché riporta le affermazioni di Gesù circa l’unità, unicità e unipersonalità di Dio e l’avvento di Muhàmmad, il profeta Universale, la cui Missione ha per destinatari tutti gli uomini.

HOME    |    CATALOGO    |    COME ORDINARE