< precedente | successivo >

QI-73
Ar-Rùq'yah
Il rituale apotropaico islamico

La parola araba ar-rùq°yah significa, alla lettera,
rito apotropaico
, scongiuro, rituale allo scopo di allontanare un’influenza maligna o produrre la guarigione di una malattia in atto.
L’aggettivo apotropaico viene dal greco apotropaios che significa allontanatore.
Le sure apotropaiche (al-mu
‛awwidhatān ) sono state insegnate da Allàh(*) e, quindi, soltanto ad Allàh(*) il musulmano ricorre per allontanare da sé il male delle cose create da Allàh (la puntura dello scorpione), le insidie nascoste nelle tenebre della notte, il complotto malefico delle streghe e dei ginn (ma non ti danneggeranno se non nella misura in cui Allàh aveva decretato un danno per te in precedenza), l’influenza malefica dell’invidioso, quando è in preda all’invidia, l’influenza malefica di Satana, che sussurra furtivo l’invito alla disobbedienza sia per mezzo di ginn e per mezzo di uomini satanici (shayatīn min al-ins).
Nel testo ci sono le invocazioni dello Scongiuro sciaraitico, cioè  eseguito nel rispetto dell’ortodossia islamica.

HOME    |    CATALOGO    |    COME ORDINARE