< precedente | successivo >

QI-91
Il destino

La parola “destino” è un brachilogismo di quella “realtà” espressa molto bene dal proverbio che dice: “Non si muove foglia, che Allàh non voglia”.

Nessuna cosa accade, se non per effetto di un Decreto di Allàh** voluto da Lui** prima dell’accadimento della cosa.

La fede nel “destino”, una fede a ragion veduta, in virtù dell’Autorità delle fonti che ne parlano, è il sesto articolo del credo islamico. Il fondamento suo è il credo nell’Onniagenza Divina, che è uno degli aspetti dell’unità, unicità e Uni-personalità di Allàh, il quale** non condivide con nessuno questa Sua qualità.

Questo credo esclude comportamenti superstiziosi, che in casi estremi sono espressione di politeismo, quando viene attribuito a creature il potere che appartiene in esclusiva ad Allàh**.

HOME    |    CATALOGO    |    COME ORDINARE