092) L'eredità nell'Islàm Ingrandisci

092) L'eredità nell'Islàm

Allàh [S.] nel Sublime Corano, che è, oltre che fonte dottrinale della visione del mondo, anche la struttura dell’onnicomprensivo codice di vita islamico, nel regolamento della successione ha indicato non solo l’identità di coloro che hanno titolo a succedere ma anche le relative spettanze, sicché la successione avviene secondo la distribuzione dei beni dell’asse ereditario fatta da Allàh [S.].

Maggiori dettagli

qi092

9,00 €

Il destino ineluttabile di ogni creatura umana è quello di morire e di finire nella tomba, che è il punto di partenza dal tempo e l’entrata nelle dimensioni dell’eternità.

Le cose che formano il suo patrimonio non seguono il defunto, quando la sua salma esce dalla sua casa; i familiari e gli amici, dopo averlo calato nella tomba, si allontanano, ma con lui restano le sue buone azioni.

E a questo punto cade a proposito ricordare l’importanza della virgola nello scrivere, dato che dalla sua posizione può dipendere un significato essenziale. Un esempio calzante al tema è quell’endecasillabo dei Sepolcri, un’opera di Ugo Foscolo, personaggio della letteratura italiana dell’ 800. Vi si legge:

Sol chi non lascia eredità d’affetti
poca gioia ha nell’urna

Il posizionamento della virgola nel testo indica la filosofia di vita del “virgolatore”.

Materialista:
sol chi non lascia eredità,
d’affetti poca gioia ha nell’urna

Idealista:
sol chi non lascia eredità d’affetti,
poca gioia ha nell’urna.

Nel Sublime Corano, Allàh** ha indicato non solo l’identità di coloro che hanno titolo a succedere al defunto che lascia un patrimonio, ma anche le relative spettanze, sicché la successione ereditaria avviene secondo la distribuzione fatta da Allàh.

Il lettore del Quaderno non deve fermarsi al primo interrogativo, ma deve andare avanti e nel corso della lettura troverà, se Allàh vuole la risposta all’interrogativo.

Indice

Parte Prima L’EREDITÀ NELL’ISLÀM 
 
1 - Generalità 
Il patrimonio 
Deduzione dei debiti e delle spese 
Asse ereditario 
Lasciti (legati) 
Status di erede 
Impedimenti 
Eredi   
(1) Eredi coranici 
(2) Eredi ‛àabah (i parenti prossimi del marito) 
(3) Parenti per linea femminile 
(4) I legatari 
(5) L’erario
 
Chi sono gli ‛àṣabah? 
Regole riguardanti gli agnati   
Disposizioni testamentarie 
Donazione 
Esclusione da legato 
Sintesi
 
2 - Procedura della divisione
 
3 - Eredi 
Eredi maschi del de cujus 
Eredi femmine del de cujus 
La famiglia allargata
 
4 - Quote di divisione dell’asse ereditario 
Le quote obbligatorie 
Sintesi delle spettanze del marito 
La moglie del defunto 
Famiglia multi-uxoria
 Il padre del defunto 
La madre del defunto
 
Parte Seconda GLI ESEMPI  
Caso nel quale gli eredi includono la moglie del defunto e madre e padre di lui 
La figlia del defunto 
La figlia di un figlio del defunto (nipote) 
La quota della sorella germana del defunto 
Se il defunto ha una figlia di precedente letto 
La sorella germana del defunto 
Il defunto lascia: due figlie, una sorella e una sorellastra da parte di padre 
Il nonno del defunto 
Quando sono date al nonno tre alternative ? 
Esempi 
1 - Nonno del defunto e sorella del defunto  
2 – Nonno del defunto e due sorelle del defunto  
3 - Nonno del defunto e tre sorelle del defunto  
4 - Nonno del defunto e quattro sorelle del defunto  
5 - Il nonno e un fratello  
6 - Il nonno e 2 fratelli  
7 - Nonno, fratello e sorella  
8 - Nonno un fratello e 2 sorelle  
Le quote della nonna 
Caso della presenza di un fratellastro o di una sorella della stessa madre 
Riepilogo 
Quote degli altri eredi
Quote che sono eliminate da altre (ḥàǧb)
Aggiustamento quando le quote eccedono il totale dell’eredità (al-‛awul)
Ridistribuzione quando le quote sono meno dell’eredità (al-radd)3
Gli eredi universali (al-‛aṣabāt)  
eu bi-nafsi-hi 
eu bi-ghàyri-hi 

eu ma’a ghàyri-hi



Al momento non ci sono commenti da parte di clienti.

Scrivi il tuo commento

092) L'eredità nell'Islàm

092) L'eredità nell'Islàm

Allàh [S.] nel Sublime Corano, che è, oltre che fonte dottrinale della visione del mondo, anche la struttura dell’onnicomprensivo codice di vita islamico, nel regolamento della successione ha indicato non solo l’identità di coloro che hanno titolo a succedere ma anche le relative spettanze, sicché la successione avviene secondo la distribuzione dei beni dell’asse ereditario fatta da Allàh [S.].

Scrivi il tuo commento

\n\n