059)  Il Gihàd Ingrandisci

059) Il Gihàd

La dottrina del gihàd. Si chiama GIḤĀD lo SFORZO che il musulmano compie in qualsiasi “MODO ISLAMICAMENTE LECITO” [escluso, quindi, il principio che “il fine giustifica i mezzi”] per affermare il primato della dottrina D’AMORE e del codice di vita, che hanno il loro fondamento nella Parola di Allàh[S] e, conseguentemente, nei precetti del Profeta [ṣ], che Allàh ha investito di autorità normativa.

Maggiori dettagli

qi059

9,00 €

In questo quaderno si può trovare esposta la dottrina del gihàd, lo sforzo che il musulmano compie in qualsiasi “modo islamicamente lecito” (escluso, quindi, il principio che “il fine giustifica i mezzi”) per affermare il primato della dottrina e del codice di vita, che hanno il loro fondamento nella Parola di Allàh (Verbum Dei) su qualsiasi dottrina e codice di vita che abbia il suo fondamento nella parola di una creatura umana (verbum hominis), essendo una verità apodittica, che nessuna parola di creatura umana può essere migliore della Parola del Creatore dell’uomo e di tutto ciò che uomo non è.

Si consiglia a coloro che la debbano scrivere in un testo di lingua italiana di mettere l’articolo determinativo maschile singolare IL, mettere come lettera iniziale del sostantivo la lettera G e, possibilmente, l’accento tonico sulla vocale A. Il femminile (LA JIHAD) è usato per spregio da scrittori, che lavorano per ambienti, nei quali vige una forma mentis, che, considerando la donna inferiore all’uomo, esprime, anche a livello linguistico, il suo spregio dell’Islàm, utilizzando il genere femminile per la parola GIHAD che, come disse il Profeta, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, è il massimo livello dell’ISLAM nel paragonarlo al “vertice della gobba del cammello” (wa dhìruatu sanàmi-hi l-gihàd).

Indice

Premessa
 

Il Gihād
 
Generalità linguistiche
 
Le fonti dottrinali e normative dell’Islàm
 
Il gihād in senso generale
 
Le due sfere del gihād
 
Sfera d’azione del gihād minore
 
Sfera d’azione del gihād maggiore
 
ll gihād marziale, aspetto del piccolo gihād
 
Superiorità del gihād maggiore
 
Diversità dei due tipi di gihād
 
in relazione ai loro tempi di realizzazione
 
I tipi di gihād secondo Averroè in relazione ai mezzi
 
Il gihād con il cuore
 
Il gihād con la lingua
 
Il gihād con la penna
 
Il gihād con il comportamento
 
Il gihād con la spada (marziale)
 
I due livelli dell’aspetto marziale del gihād minore:
 
difensivo e offensivo
 
Il livello difensivo
 
Il gihād offensivo
 
Chi ha titolo per indire il gihād marziale
 
La casa della pace e la casa della guerra
 
Altre categorie di operazioni militari
 
Le operazioni militari contro i ribelli
 
Le operazioni militari contro gli apostati
 
Le operazioni militari contro i briganti
 
Liceità islamica dell’intervento umanitario
 
Il gihād marziale non è l’equivalente islamico del bellum sacrum
 
(guerra santa crociata)
 
Il gihād vertice dell’Islàm
 

L’Islàm NON è stato diffuso dalla spada
 
Gli articoli 19 e 21 della Costituzione Repubblicana
 
Vim vi repellere licet
 
La Resistenza fondativa della Repubblica
 
Brigantaggio o resistenza borbonica antisabauda?
 
Il codice di guerra dell’Islàm
 
Il terrorismo non è gihād
 
Nell’Islàm il fine NON giustifica i mezzi
 
Il vertice della gobba
 
Il falso fondamentale la diffusione dell’Islàm per mezzo della spada
 
La verità storica - Spagna
 
Egitto
 
India
 
Sud Est asiatico - Indonesia e Malaysia
 
Corno d’Africa e Costa orientale dell’Africa
 
Il fondamento dello smascheramento del falso: lā ikraha fi d-dīn
 
La spada della ragione
 
La crescita dell’Islàm
 
Se il tuo Signore l’avesse voluto
 
La reversione all’Islàm dipende da Allàh
 
L’àyah 120 del capitolo XI


Al momento non ci sono commenti da parte di clienti.

Scrivi il tuo commento

059)  Il Gihàd

059) Il Gihàd

La dottrina del gihàd. Si chiama GIḤĀD lo SFORZO che il musulmano compie in qualsiasi “MODO ISLAMICAMENTE LECITO” [escluso, quindi, il principio che “il fine giustifica i mezzi”] per affermare il primato della dottrina D’AMORE e del codice di vita, che hanno il loro fondamento nella Parola di Allàh[S] e, conseguentemente, nei precetti del Profeta [ṣ], che Allàh ha investito di autorità normativa.

Scrivi il tuo commento

\n\n