049) Al-Mu'allaqāt Ingrandisci

049) Al-Mu'allaqāt

Al-Mu‛allaqāt è il titolo che riunisce 7 stupende opere poetiche prodotte in Arabia prima dell’Islàm, costituite da circa cento versi, basate sulla successione di temi fissi. Se ne espone la struttura; dopo aver descritto l’Arabia dell’epoca, si presentano gli autori delle opere, si parla della eccellenza poetica e oratoria degli Arabi di quel tempo e, infine, del Corano e della sfida di Allàh.

Maggiori dettagli

qi049

9,00 €

13 altri prodotti della stessa categoria:

LE SETTE MERAVIGLIE DELLA POESIA ARABA NELL' ULTIMO SECOLO DELLA GIAHILIYYAH (1)

Negli ultimi anni del Califfato omayyade, pare per ordine del califfo Abd el Màlik, alla fine del VII secolo miladico, un erudito di nome Hammād
ar-Rāwiyah
collezionò in una Raccolta sette poesie, prodotte nel secolo miladico precedente, cioè nel tempo, in cui l’Arabia viveva il suo ultimo secolo di giahilìyyah.


Alla Raccolta fu dato il titolo di Al-Mu‛allaqāt.

In precedenza, la diffusione, nello spazio e nel tempo dell’abbondante produzione poetica di quel secolo avveniva solo in forma orale, a opera di ruwāt,
cioè di rapsodi professionali. Hammād, al quale si deve la collezione di questi sette componimenti poetici, le sette meraviglie della poesia araba della giahilìyyah, era uno di loro.

Al-Mu‛allaqāt
sono componimenti poetici (carmi), costituiti da circa cento versi e basati sulla successione di alcuni temi fissi.

1) Giahilìyyah - Parola tratta dal verbo ǧà‛ala che significa ignorare, non sapere. La parola è usata per indicare il periodo precedente l’era islamica.

Indice

Capitolo primo
 
Al‑Mu‛allaqāt
 
Capitolo secondo
 
L’ARABIA GEO‑POLITICA NEL SECOLO PRECEDENTE ALL’EGIRA
 
Capitolo terzo
 
GLI ARABI
 
Capitolo quarto
 
La Pleiade Araba
 
Capitolo quinto
 
Il Sublime Corano



Al momento non ci sono commenti da parte di clienti.

Scrivi il tuo commento

049) Al-Mu'allaqāt

049) Al-Mu'allaqāt

Al-Mu‛allaqāt è il titolo che riunisce 7 stupende opere poetiche prodotte in Arabia prima dell’Islàm, costituite da circa cento versi, basate sulla successione di temi fissi. Se ne espone la struttura; dopo aver descritto l’Arabia dell’epoca, si presentano gli autori delle opere, si parla della eccellenza poetica e oratoria degli Arabi di quel tempo e, infine, del Corano e della sfida di Allàh.

Scrivi il tuo commento

\n\n