050) La Pleiade araba Ingrandisci

050) La Pleiade araba

In questo Quaderno sono presentati dei brani poetici delle al-Mu‛allaqāt, scritte dai poeti presentati nel Quaderno Islamico n.49: Si tratta di brani che sono significativi  sia dal punto di vista letterario che come documenti della realtà socio-politica dell’Arabia dell’ultimo secolo della Giahilìyyah (il tempo dell’Ignoranza); quello che precede quello, in cui scende la Rivelazione coranica.

Maggiori dettagli

qi050

9,00 €

13 altri prodotti della stessa categoria:

 

Contiene i testi dei componimenti poetici
trattati nel Quaderno Islamico precedente
(n° 49
- al-Mu‛allaqāt)

Crediamo che per la prima volta nella storia venga usata, per definire i sette autori delle al-Mu‛allaqāt, l’espressione La Pleiade Araba per analogia con le sette stelle del gruppo chiamato le Pleiadi che in arabo si chiama Ath-Thurāyā.

In Arabia la parola è passata in proverbio, per indicare cosa o persona inattaccabile:
àyna th-thuràya min yàdi l-mutanàwil ?
(dove sono le Pleiadi rispetto alla mano di chi la allunga per afferrarle?)

Già nella storia della letteratura fu chiamato
La Pleiade
 (Pleyàs), sempre per analogia con le sette stelle del gruppo delle Pleiadi, un gruppo di sette poeti dell’ellenismo alessandrino (322 - 146 pre-miladico), vissuti ad Alessandria d’Egitto alla corte di Tolomeo II Filadelfo, detta la Pleiade alessandrina, come pure La Pléiade (pronuncia alla francese: la pleiàd ) fu chiamato (nel 1556 miladico) un gruppo di sette letterati della scuola classicista francese nella seconda metà del XVI secolo miladico.

I nomi dei poeti della Pleiade araba del secolo precedente l'Egira sono: 
1) Imru-l-Qàys,
2) Tàrafah,
3) Zuhàyr,
4) Antarah,
5) Labid,
6) al-Hārith bin Hillīzah
7) Amr  bin Kulthūm.

"E' impossibile sottrarsi interamente al fascino di queste reliquie antichissime di un mondo, che senza di esse sarebbe per noi del tutto perito. Esse conservano non soltanto i palpiti d'amore e di dolore, gli sfoghi di odio e di vendetta, gli ideali, gli entusiasmi, ma ne ritraggono, anche, al vivo, la dura lotta per l'esistenza, l'ansia e la gioia di appagamento dei sempre risorgenti bisogni, l'elementare meditazione sul mistero". (F. Gabrieli)

Indice

Brani scelti dalla mu’àllaqah di Imru‑l‑Qàys
 
Brani scelti dalla mu’àllaqah di Tarafah
 
Brani scelti dalla mu’àllaqah di Zuhàyr
 
Brani scelti dalla mu’àllaqah di Labīd
 
Brani scelti dalla mu’àllaqah di Àntarah
 
Brani scelti dalla mu’àllaqah di al‑Ḥārith
 
Brani scelti dalla mu’àllaqah di ‘Amr bin Khulthūm


Al momento non ci sono commenti da parte di clienti.

Scrivi il tuo commento

050) La Pleiade araba

050) La Pleiade araba

In questo Quaderno sono presentati dei brani poetici delle al-Mu‛allaqāt, scritte dai poeti presentati nel Quaderno Islamico n.49: Si tratta di brani che sono significativi  sia dal punto di vista letterario che come documenti della realtà socio-politica dell’Arabia dell’ultimo secolo della Giahilìyyah (il tempo dell’Ignoranza); quello che precede quello, in cui scende la Rivelazione coranica.

Scrivi il tuo commento

\n\n