109) Lucera dei Saraceni Ingrandisci

109) Lucera dei Saraceni

È la drammatica storia dell’ultima comunità musulmana, vissuta in Sicilia dopo la conquista dell’Isola da parte dei Normanni, al servizio del Papa; comunità i cui superstiti del massacro subito ad opera di Federico II di Svevia, dopo il passaggio dell’Isola nelle sue mani, furono da deportati a LUCERA nelle Puglie, nella prima metà del XIII sec e ivi massacrati nel 1299 dalla crociata angioina.

Maggiori dettagli

qi109

9,00 €

È la drammatica storia dell’ultima comunità musulmana vissuta in Sicilia dopo la conquista dell’Isola da parte dei Normanni, al servizio del Papa, i cui superstiti, dopo il passaggio dell’Isola nelle mani di Federico II di Svevia, sovrano del Regno delle due Sicilie e del Sacro Romano Impero, vennero deportati nelle Puglie, a LUCERA.

I Musulmani insediati Lucera, dove costruirono le loro moschee, poterono ivi continuare a praticare l’Islàm, vivendo secondo il codice di vita islamico.

Erano indipendenti “politicamente parlando” con il loro magistrato (qādi) i loro ulamā‹ le loro forze armate, fedeli all’Imperatore, che da Lucera garantiva la libertà religiosa, in un contesto storico, l’Italia medioevale, dove l’Islàm era demonizzato e le Moschee [le meschite dell’inferno dantesco] erano considerate case del Diavolo.

La fine violenta della Casa di Svevia, con la morte in battaglia di Manfredi e la decapitazione di Corradino, che i Musulmani di Lucera avevano sostenuto militarmente contro l’invasore Carlo d’Anjou determinò la distruzione di Lucera, il massacro dei musulmani combattenti, la schiavizzazione di donne e fanciulli, a conclusione della crociata angioina nell’anno 1299, promossa dal Papa, che desiderava ripulire la penisola dalla presenza del Demonio per il 1300, anno del primo Giubileo dalla storia della Chiesa.

Indice

 
Prima parte 
 
Parte seconda 
 
Parte terza


Al momento non ci sono commenti da parte di clienti.

Scrivi il tuo commento

109) Lucera dei Saraceni

109) Lucera dei Saraceni

È la drammatica storia dell’ultima comunità musulmana, vissuta in Sicilia dopo la conquista dell’Isola da parte dei Normanni, al servizio del Papa; comunità i cui superstiti del massacro subito ad opera di Federico II di Svevia, dopo il passaggio dell’Isola nelle sue mani, furono da deportati a LUCERA nelle Puglie, nella prima metà del XIII sec e ivi massacrati nel 1299 dalla crociata angioina.

Scrivi il tuo commento

\n\n