078) L’Egira Ingrandisci

078) L’Egira

La parola Egira con l’articolo determinativo (L’Egira) indica per antonomasia il trasferimento dalla città della Mecca all’oasi di Yàthrib [dipoi Medina], della sede della missione apostolico-profetica di Muhàmmad [ṣ] Questo Quaderno Islamico è la breve cronistoria di quell’evento, che, avvenuto nell’Arabia del VII sec dell’era volgare, precisamente nel 662 e ha cambiato la storia dell’umanità.

Maggiori dettagli

qi078

9,00 €

La parola Egira con l’articolo determinativo (L’Egira), il cui significato letterale è trasferimento da un luogo a un altro, indica, per antonomasia, il trasferimento dalla Mecca a Medina, avvenuto nell’anno 622 dell’era volgare, della sede della missione apostolico-profetica di Muhàmmad (*), per ordine di Allàh (**), al fine di realizzare la polis dei Credenti nella paternità divina del sublime Corano. Con l’Egira l’Altissimo (**) crea la base di partenza del movimento di liberazione dell’uomo dal dominio di qualsiasi parola dell’uomo, portandolo all’ autentica libertà, può essere realizzata solamente sotto il dominio della Parola di Allàh(**). Questo Quaderno Islamico è la breve cronistoria dell’evento, che ha cambiato la storia del mondo.

Indice

L'Egira

Appendice 1
Quando il profeta Muhammad lasciò la Mecca, significato e attualità dell’Egira nel mondo islamico 
(Del prof. Paolo Branca)

Appendice 2
Cronologia dell’Egira

Appendice 3
Ayāt del Sublime Corano in cui c’è il richiamo alla luna nuova
Ayāt del Sublime Corano in cui è menzionata la luna (qàmar)

 


 

Al momento non ci sono commenti da parte di clienti.

Scrivi il tuo commento

078) L’Egira

078) L’Egira

La parola Egira con l’articolo determinativo (L’Egira) indica per antonomasia il trasferimento dalla città della Mecca all’oasi di Yàthrib [dipoi Medina], della sede della missione apostolico-profetica di Muhàmmad [ṣ] Questo Quaderno Islamico è la breve cronistoria di quell’evento, che, avvenuto nell’Arabia del VII sec dell’era volgare, precisamente nel 662 e ha cambiato la storia dell’umanità.

Scrivi il tuo commento

\n\n